Italian - ItalyGermanSpanish

 
Roma °C
München °C
  23.08.2017 Wetter Ostsee
16 Le sanzioni PDF Stampa E-mail

Regola 16 : LE SANZIONI

 

Ammonizione

16:1 L’ammonizione è la sanzione idonea nei seguenti casi:

a. falli da sanzionare in maniera progressiva (8:3, confrontare comunque 16:3b e 16:6d)

b. comportamento antisportivo da sanzionare in maniera progressiva (8:7)

 

Nota:

Ad un singolo giocatore non dovrebbe essere data più di un’ammonizione e non più di 3 alla squadra nel suo complesso; La sanzione successiva deve come minimo essere una esclusione 2 minuti.

Al giocatore che ha già ricevuto una esclusione per 2 minuti non dovrebbe essere successivamente data un’ammonizione.

Ai dirigenti di una squadra non dovrebbe essere data più di un’ammonizione in totale.

 

16:2 L’arbitro deve indicare l’ammonizione mostrando il cartellino giallo (segnale n.13) al giocatore o dirigente responsabile del fallo ed al segretario/cronometrista per segnalare l’ammonizione.

 

Esclusione

16:3 Un’esclusione per 2 minuti è la sanzione idonea nei seguenti casi:

a. per un cambio irregolare, se entra sul terreno un giocatore in più, o se un giocatore interviene nel giuoco dall’area di cambio (4:5 e 4:6); considerare, comunque, la Regola 8:10b (ii)

b. per i falli indicati alla Regola 8:3, se il giocatore, o la sua squadra, hanno già ricevuto il massimo di ammonizioni possibile (vedere Nota a 16:1);

c. per i falli indicati alla Regola 8:4

d. per comportamento antisportivo come da Regola 8:7, se il giocatore responsabile della stessa, o la sua squadra, hanno già ricevuto il massimo di ammonizioni possibile

e. per comportamento antisportivo da parte di uno dei dirigenti della squadra, secondo la Regola 8:7, se uno qualsiasi di loro è già stato precedentemente ammonito

f. per comportamento antisportivo di un giocatore o dirigente secondo la Regola 8:8; vedere anche la Regola 4:6

g. in conseguenza della squalifica di un giocatore o di un dirigente (Regola 16:8-2° paragrafo; vedere, comunque, 16:11b)

h. per comportamento antisportivo di un giocatore prima che il giuoco sia ripreso e subito dopo che lo stesso giocatore ha ricevuto una esclusione per 2 minuti (16:9a)

 

Nota:

Non è possibile dare ai dirigenti di una squadra più di un’esclusione.

Quando viene sanzionata un’esclusione a carico di un dirigente, secondo la Regola 16:3d-e, il dirigente può rimanere nell’area di cambio e continuare a svolgere il suo ruolo, ma la squadra in campo deve essere comunque ridotta di una unità per 2 minuti.

 

16:4 Dopo aver chiamato un time-out, l’arbitro deve chiaramente indicare l’esclusione al giocatore o dirigente responsabile del fallo ed al segretario/cronometrista, mostrando le due dita della mano con il braccio alzato (segnale n. 14)

16:5 ogni esclusione ha sempre la durata di 2 minuti effettivi del tempo di giuoco; la terza esclusione di uno stesso giocatore ne determina la squalifica (16:6d)

Il giocatore escluso non può prendere parte al giuoco durante i 2 minuti di esclusione, né la squadra può sostituirlo in campo.

Il tempo di sospensione inizia quando il giuoco viene ripreso con il fischio dell’arbitro.

Un’esclusione per 2 minuti non completamente scontata in conseguenza della fine del primo tempo deve essere completata, per il tempo rimanente, all’inizio del secondo tempo. Lo stesso principio vale tra la fine del secondo tempo ed i supplementari, come anche nel corso degli stessi tempi supplementari. Un’esclusione non completamente scontata alla fine dell’ultimo tempo supplementare determina l’impossibilità per il giocatore di prendere parte ai tiri da 7 metri, secondo quanto indicato alla Nota 2:2.

 

Squalifica

16:6 Una squalifica è la sanzione idonea nei seguenti casi:

a. per i falli indicati alla Regola 8:5 e 8:6

b. per comportamento antisportivo grave secondo la Regola 8:9, ed estremamente grave secondo la Regola 8:10, da parte di un giocatore o dirigente, all’interno o all’esterno del terreno di giuoco

c. per comportamento antisportivo da parte di uno dei dirigenti secondo la Regola 8:7, dopo che sia stata loro già data un’ammonizione ed un’esclusione in conformità con le Regole 16:1b e 16:3d-e

d. per effetto della terza esclusione di uno stesso giocatore (16:5)

e. per rilevante o ripetuto comportamento antisportivo durante l’esecuzione delle serie di tiri da 7 metri dopo i tempi regolamentari o supplementari (Nota 2:2 e 16:10)

16:7 Dopo aver chiamato un time-out l’arbitro deve indicare la squalifica mostrando il cartellino rosso (segnale n.13) al giocatore o dirigente responsabile del fallo ed al segretario/cronometrista.

16:8 La squalifica di un giocatore o dirigente è valida per tutto il tempo di giuoco rimanente. Il giocatore o il dirigente devono lasciare immediatamente il terreno di giuoco e l’area di cambio e non possono più avere alcuna forma di contatto con la squadra.

La squalifica di un giocatore o dirigente, all’interno o all’esterno del terreno, durante il tempo di giuoco, è sempre accompagnata da un’esclusione per 2 minuti. Questo significa che la squadra deve essere ridotta di una unità (16:3f). Una tale riduzione avrà comunque la durata di 4 minuti se un giocatore è stato squalificato nelle circostanze indicate nella Regola 16:9b-d.

Una squalifica riduce il numero di giocatori o dirigenti a disposizione della squadra (eccetto quanto previsto alla Regola 16:11b). La squadra può comunque ripristinare il numero massimo di giocatori in campo al termine del periodo di riduzione della squadra.

Le squalifiche sanzionate in conformità alle Regole 8:6 e 8:10 devono costituire oggetto anche di rapporto scritto da parte degli arbitri per gli eventuali ulteriori provvedimenti. In tali casi il dirigente responsabile della squadra ed il commissario speciale (vedere Chiarimento n. 7) devono essere informati immediatamente.

 

Infrazioni multiple nella stessa situazione

16:9 Se un giocatore o dirigente è responsabile di più infrazioni contemporaneamente o in immediata successione prima della ripresa del giuoco, e queste comportano differenti sanzioni, in linea di massima deve essere data soltanto la sanzione più severa.

Ci sono comunque specifiche eccezioni che prevedono la riduzione della squadra in campo per 4 minuti:

a. se un giocatore che ha appena ricevuto un’esclusione per 2 minuti si rende colpevole di comportamento antisportivo prima che il giuoco riprenda, lo stesso deve scontare un’ulteriore esclusione, sempre di 2 minuti (16:3g); se l’ulteriore sospensione è la terza, il giocatore deve essere squalificato

b. se un giocatore che ha appena ricevuto una squalifica (diretta o per terza esclusione) si rende colpevole di comportamento antisportivo prima che il giuoco riprenda, la squadra riceve un’ulteriore sanzione che la obbliga a schierarsi per 4 minuti con un giocatore in meno in campo (16:8-2° paragrafo)

c. se un giocatore che ha ricevuto un’esclusione si rende colpevole di comportamento antisportivo grave o estremamente grave prima che il giuoco riprenda, lo stesso deve essere anche squalificato (16:6c); queste sanzioni combinate tra loro portano ad una riduzione della squadra in campo per 4 minuti (16:8- 2° paragrafo)

d. se un giocatore che ha appena ricevuto una squalifica (diretta o per terza esclusione) si rende colpevole di comportamento antisportivo grave o estremamente grave prima che il giuoco riprenda, la squadra riceve un’ulteriore sanzione così da obbligarla a schierarsi per 4 minuti con un giocatore in meno in campo (16:8-2° paragrafo)

 

Infrazioni durante il tempo di giuoco 

16:10 Le sanzioni per fatti commessi durante il giuoco sono indicate alla Regola 16:1, 16:3 e 16:6.

Il concetto di “tempo di giuoco” comprende tutte le pause, time-out, time-out di squadra e tempi supplementari. In tutti gli altri casi (come ad esempio le serie di tiri da 7 metri al termine dei tempi regolamentari o supplementari) si applica solo la Regola 16:6.

Qualsiasi forma di comportamento antisportivo rilevante o ripetuto dovrà determinare l’esclusione per il giocatore interessato dall’ulteriore partecipazione al giuoco (vedere Nota alla Regola 2:2).

 

Infrazioni fuori del tempo di giuoco

16:11 Il comportamento antisportivo, quello grave, estremamente grave, oppure qualsiasi genere di azione particolarmente aggressiva (vedere Regola 8:6-10) da parte di un giocatore o dirigente, che abbia luogo nell’impianto sportivo ma al di fuori del tempo di giuoco, devono essere sanzionati come segue:

Prima dell’incontro:

a. ammonizione in caso di comportamento antisportivo secondo la Regola 8:7-8

b. squalifica del giocatore o dirigente in caso di un fatto che sia considerato ricadere nelle Regole 8:6 e 8:10a, e comunque la squadra può comunque iniziare l’incontro con 14 giocatori e 4 dirigenti. La regola 16:8-2° paragrafo si applica solo per infrazioni durante il tempo di giuoco; di conseguenza la squalifica non porta ad un’esclusione per 2 minuti.

Le suddette sanzioni per fatti accaduti prima dell’incontro possono essere irrogate in qualsiasi momento durante la gara, quando si scopra che il responsabile è uno dei partecipanti al giuoco, fatto questo che non era stato possibile al momento del verificarsi dell’episodio.

Dopo l’incontro:

c. rapporto scritto

 
Banner
Handball SG Roma
Supporto informatico
Banner
www.infosons.org



Powered by pierre961. Designed by: free joomla templates VPS hosting Valid XHTML and CSS.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Accetto i cookies di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information