Italian - ItalyGermanSpanish

 
Roma °C
München °C
  28.07.2017 Wetter Ostsee
13 Il tiro di punizione PDF Stampa E-mail

Regola 13 : IL TIRO DI PUNIZIONE

 

Assegnazione del tiro di punizione

 

13:1 Di norma gli arbitri interrompono il giuoco per assegnare un tiro di punizione a favore della squadra avversaria quando:

a. la squadra in possesso della palla commette una irregolarità che comporta la perdita del possesso di palla (4:2-3, 4:5-6, 5:6-10, 6:5, 6:7b, 7:2-4, 7:7-8, 7:10, 7:11-12, 8:2, 10:3, 11:4, 13:7, 14:4-7, 15:7-1° paragrafo e 15:8)

b. la squadra in difesa commette una irregolarità che comporta la perdita della palla da parte della squadra che ne era in possesso (4:2-3, 4:5-6, 5:5, 6:2b, 6:7b, 7:8, 8:2)

13:2 Gli arbitri dovrebbero garantire continuità al giuoco evitando affrettate interruzioni per assegnare un tiro di punizione.

Ciò significa che, nel rispetto della Regola 13:1a, gli arbitri non dovrebbero assegnare un tiro di punizione alla squadra in difesa che conquista il possesso della palla subito dopo un fallo commesso dagli avversari.

Allo stesso modo, nel rispetto della Regola 13:1b, gli arbitri non dovrebbero intervenire finché non sia assolutamente chiaro che la squadra in attacco ha perso il possesso della palla o non può continuare il suo attacco, a causa di un fallo commesso dalla squadra in difesa.

Se deve essere data una sanzione personale in conseguenza di un fallo, gli arbitri possono decidere di interrompere immediatamente il giuoco, se questo non causa uno svantaggio alla squadra che lo ha subito. Altrimenti la sanzione dovrebbe essere assunta soltanto una volta finita l’azione.

La Regola 13:2 non si applica in caso di violazione delle Regole 4:2-3 o 4:5-6, laddove il giuoco viene interrotto immediatamente, di solito per l’intervento del cronometrista.

13:3 Se un fallo che di norma comporterebbe un tiro di punizione, secondo le Regole 13:1a-b, viene commesso quando la palla non è in giuoco, l’incontro viene ripreso con il tiro che corrisponde al motivo dell'interruzione.

13:4 In aggiunta alle situazioni indicate alle Regole 13:1a-b, l’incontro riprende con un tiro di punizione quando il giuoco è stato interrotto (cioè quando la palla è in giuoco) anche se non c’è stata alcuna violazione alle regole: 

a. a favore della squadra che era in possesso della palla al momento dell’interruzione

b. a favore della squadra che per ultima ne era stata in possesso, se nessuna delle due lo aveva al momento dell’interruzione

13:5 Nel caso venga assegnato un tiro di punizione contro la squadra in possesso della palla, il giocatore che in quel momento ha la palla deve immediatamente lasciarla o poggiarla a terra, per consentire che venga giocata (8:8b).

 

Esecuzione del tiro di punizione

13:6 Il tiro di punizione viene di norma eseguito senza alcun fischio da parte dell’arbitro (vedere comunque 15:5b) e, in linea di massima, dal punto in cui il fallo è stato commesso. Quelle che seguono sono eccezioni a questo principio: 

Nelle situazioni indicate nelle Regole 13:4a-b il tiro di punizione viene eseguito, dopo il fischio, di norma dal punto in cui si trovava la palla al momento dell’interruzione.

Se un arbitro o delegato (della I.H.F. o di una Federazione continentale/nazionale) interrompe il giuoco per una infrazione commessa da parte di un giocatore o dirigente della squadra in difesa, con conseguente richiamo verbale o sanzione personale, il tiro di punizione dovrebbe essere eseguito dal punto in cui si trovava la palla quando il giuoco è stato interrotto, se più favorevole di quello dove è stata commessa l’infrazione.

La stessa eccezione indicata al precedente paragrafo si applica se il cronometrista interrompe il giuoco per i falli indicati alle Regole 4:2-3 o 4:5-6.

Come previsto alla Regola 7:11 il tiro di punizione assegnato per giuoco passivo deve essere eseguito dal punto in cui si trovava la palla al momento dell’interruzione.

A prescindere da quanto precisato nei precedenti paragrafi, un tiro di punizione non può mai essere eseguito all’interno della propria area di porta o all’interno della linea dei 9 metri della squadra avversaria.

Nel caso in cui dovesse essere all’interno di una di queste aree, il punto di esecuzione deve essere spostato al punto più vicino immediatamente al di fuori da esse.

 

Nota:

Se la posizione del tiro di punizione è sulla linea dei 9 metri della squadra in difesa, l’esecuzione dello stesso deve avvenire esattamente in quel preciso punto. Comunque, più il punto dal quale deve essere eseguito il tiro di punizione è distante dalla linea dei 9 metri della squadra in difesa, maggiore è il margine di tolleranza ammesso. La tolleranza aumenta progressivamente fino a 3 metri, distanza consentita nel caso di un tiro di punizione assegnato subito fuori l' area di porta della squadra che deve effettuarlo.

La tolleranza appena indicata non si applica nel caso di una infrazione alla Regola 13:5, se punita secondo la Regola 8:8b. In questi casi il tiro di punizione dovrebbe sempre essere effettuato dal punto preciso in cui è stato commesso il fallo.

 

13:7 I giocatori della squadra al tiro non devono toccare o superare la linea del tiro di punizione degli avversari prima che la punizione sia stata eseguita. Vedere comunque le particolari limitazioni previste dalla Regola 2:5.

Gli arbitri devono correggere prima dell’esecuzione del tiro di punizione le posizioni dei giocatori della squadra al tiro che si trovano tra la linea dei 9 metri e quella dell’area di porta, se queste influiscono sul giuoco (15:3, 15:6). In tal caso il tiro di punizione deve essere eseguito dopo il fischio (15:5b). Nello stesso modo ci si comporta (15:7-2° paragrafo) se i giocatori della squadra al tiro entrano nella zona vietata durante l’esecuzione della punizione (prima che la palla abbia lasciato la mano del tiratore), se l’esecuzione del tiro non è stata preceduta dal fischio.

Nel caso in cui il tiro di punizione è stato preceduto dal fischio, se i giocatori della squadra in attacco toccano o superano la linea del tiro dei 9 metri prima che la palla abbia lasciato la mano del tiratore, deve essere accordato un tiro di punizione alla squadra in difesa (15:7-3° paragrafo, 13:1a).

13:8 Quando un tiro di punizione sta per essere effettuato, gli avversari devono stare ad almeno 3 metri dal tiratore. Possono, comunque, stare immediatamente fuori dalla propria area di porta se la punizione sta per essere effettuata dalla linea dei 9 metri. Le azioni di disturbo alla regolare esecuzione di un tiro di punizione sono sanzionate secondo le Regole 15:9 e 8:7c.

 
Banner
Handball SG Roma
Supporto informatico
Banner
www.infosons.org



Powered by pierre961. Designed by: free joomla templates VPS hosting Valid XHTML and CSS.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Accetto i cookies di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information